Perimetrazione e mappatura speditiva delle aree percorse dal fuoco

Nell’ambito delle attività previste dall’accordo di collaborazione si è proceduto anche all’individuazione e perimetrazione di alcune aree percorse dal fuoco nella stagione estiva 2011 sulla base di dati satellitari LANDSAT e nella stagione estiva 2010 sulla base di dati satellitari ASTER.

Anno 2011

Nella figura seguente viene mostrata una immagine LANDSAT-TM in falsi colori del 18 agosto 2011 che comprende tutto il territorio regionale e sulla quale (in giallo) sono riportati i perimetri di circa 70 eventi occorsi tra inizio luglio e la data stessa dell’immagine utilizzata.

 fire-sat basilicata

Perimetrazione e mappatura degli incendi estivi 2011 in Basilicata
su immagine LANDSAT-TM del 18 agosto 2011

 

Nelle figure seguenti vengono mostrati i particolari della figura del 18 agosto 2011 relativi a 3 aree specifiche.

 Fire-Sat Basilicata

Perimetrazione e mappatura degli incendi estivi 2011
area Lagonegrese

 

Fire-Sat Basilicata

Perimetrazione e mappatura degli incendi estivi 2011
area Vulture

 

Perimetrazione e mappatura degli incendi estivi 2011
area Metapontino

 

Le analisi effettuate utilizzando opportunamente immagini LANDSAT-TM relative a diverse date del periodo estivo 2011, hanno dimostrato le potenzialità del sensore nell’individuare in modo speditivo le aree percorse dal fuoco fino a dimensioni dell’ordine di pochi ettari.

Inoltre, alcuni degli eventi più importanti sono stati utilizzati per analisi di severità del danno (Fire severity)  cioè del livello di gravità degli eventi al fine di valutare le strategie rigenerative delle diverse specie interessate dal fuoco. Nel caso specifico tale analisi è stata condotta utilizzando un indice specifico, il cosiddetto NBR (Normalized Burn Ratio) calcolato utilizzando le risposte spettrali della vegetazione bruciata o non bruciata nei canali dell’infrarosso medio e vicino.

Utilizzando una coppia di immagini LANDSAT prima e dopo l’incendio la differenza nei valori di NBR forniscono informazioni sulla severità del danno che è correlata al delta di NBR.

Nelle figure seguenti viene mostrata la metodologia di analisi di Fire Severity applicata all’incendio di Policoro (Bosco Pantano) del 20 luglio 2011 che ha interessato un territorio di oltre 80 ha quasi tutti boscati.

Nella seguente figura viene mostrata un’immagine LANDSAT-TM (banda infrarosso vicino) del 24 giugno 2011 (pre-incendio).

Fire-Sat Basilicata

Immagine LANDSAT-TM del 24 giugno 11

 

Nella seguente figura viene mostrata un’immagine LANDSAT-TM (banda infrarosso vicino) del 2 agosto 2011 (post-incendio).

Fire-Sat Basilicata

Immagine LANDSAT-TM del 2 agosto 11

 

Nella seguente figura viene infine mostrata una mappa di dNBR (ricavata dalla differenza tra l’NBR del 24 giugno 2011 e l’NBR del 2 agosto 2011) e la mappa di Fire Severity, ottenuta attribuendo range di valori al dNBR.

A sinistra mappa di dNBR e a destra mappa di Fire Severity

Anno 2010

Di seguito vengono mostrati alcuni esempi di incendi occorsi nel periodo considerato, in cui si mette in evidenza l’estensione spaziale dell’area bruciata ed eventualmente la situazione della stessa area prima dell’evento e l’evoluzione della stessa area in una data cronologicamente più distante rispetto all’incendio (le immagini ASTER disponibili sono relative al 14 agosto 2010, 23 agosto 2010 e 24 settembre 2010).

Le immagini sono visualizzate in falsi colori, per cui, indicativamente le aree vegetate si presentano con colorazione rossa, le aree percorse dal fuoco sono state perimetrate con una linea bianca continua.

 

Comune di Acerenza – Località Formicile – 28 agosto 2010 – 2.77 ha (di cui 2.14 ha boscati)

      
23 agosto 2010  

24 settembre 2010  

 

Comune di Acerenza – C.da Serra – 20 agosto 2010 – 8.65 ha (di cui 1.29 ha boscati)

     
14 agosto 2010  

23 agosto 2010

 

24 settembre 2010

 

Comune di Acerenza – C.da Bradano – 21 agosto 2010 – 2.25 ha (di cui 1.89 ha boscati)

     
14 agosto 2010  

23 agosto 2010

 

24 settembre 2010

 

Comune di Acerenza – V.ne D’Erilio – 10 agosto 2010 – 10.4 ha (di cui 0.14 ha boscati)

     
14 agosto 2010  

23 agosto 2010

 

24 settembre 2010


Comune di Acerenza – C.da Pompei – 14 agosto 2010 – 2.62 ha (di cui 0.81 ha boscati)

Comune di Acerenza – C.da Pompei – 18 agosto 2010 – 3.23 ha (di cui 0.05 ha boscati)

     
14 agosto 2010  

23 agosto 2010

 

24 settembre 2010


Comune di Avigliano – Montalto – 29 agosto 2010 – 1.89 ha (di cui 1.84 ha boscati)

  
23 agosto 2010  

24 settembre 2010


Comune di Grottole – C.da Cacciatori – 18 agosto 2010 – 13.12 ha (di cui 9.51 ha boscati)

  
14 agosto 2010  

23 agosto 2010


Comune di Pietragalla – Canalecchia – 27 agosto 2010 – 30.18 ha (di cui 10.65 ha boscati)

  
23 agosto 2010  

24 settembre 2010

 

In conclusione, gli esempi riportati mostrano, in generale, l’utilità delle immagini ASTER per la mappatura delle aree percorse dal fuoco. Nello specifico è opportuno fare le seguenti considerazioni:

- le immagini sono in grado di fornire informazioni sia su incendi di grandi dimensioni per la Basilicata (in cui la dimensione media degli incendi è intorno ai 10 ha), che per piccoli incendi fino, almeno, al limite di 1 ha;

- l’analisi effettuata richiede in molti casi la disponibilità di dati satellitari cronologicamente il più vicino possibile agli eventi, pena la difficoltà nell’individuazione dell’area bruciata. In alcuni dei casi portati ad esempio, anche a una distanza temporale di 35 giorni può risultare molto più complicato individuare i confini dell’area percorsa dal fuoco.